Christmas Food Village

Si è conclusa ieri a Milano, nei locali del celebre concept store di arredamento di design, complementi d’arredo e non solo Cargo Hi-tech, Christmas Food Village, la tre giorni prenatalizia dedicata a food&enterteinment organizzata dal team di Food Tank, come antipasto della Food Week che invaderà Milano dal 16 al 24 maggio 2014.

20131128-christmas-food-village-milano

Un calendario denso di appuntamenti, tutti golosi e curiosi divisi in macroaree tra le più disparate: Bon Ton a tavola, Nutrizionismo, Social Kitchen, e gli attesi reading tenuti da esperti del settore alla Maison du Mekong, esclusivo giardino del tè ai piani alti di Cargo, trasformato per l’occasione in una sala conferenze in stile orientale.

chef

Tuttavia i momenti di punta non possono che essere considerati la serie di show-cooking “In cucina con le stelle“, tenuti da grandi nomi dell’alta cucina. Quello che mi è piaciuto di più è stato Claudio Sadler, sbarcato al Village con il suo Manuale dello chef sabato alle 17.

Tante le idee per un natale nel solco della tradizione (come i workshop sul Galateo) ma che strizza l’occhio all’originalità (si veda l’Unconventional Kitchen di Milly Callegari o l’inaspettato “Xmas Burger“, un modo inedito e decisamente “street-style” di servire il cappone, proposto sabato mattina dalla coppia degli “GnamBox“, belli e dannati food-blogger dall’aria di rock-star, ma soprattutto coppia creativa che anima il ristorante “Al mercato”  di Milano, ormai mecca irrinunciabile dei foodies più cool). 

rockxmas

Tra stand di decori natalizi eco-friendly ottenuti dagli scarti di bottiglie di plastica, gourmandise ricercate (come la selezione di spezie e sali), prodotti per la cucina (degni di nota i coltelli Tapperware, oggetto del desiderio per tutti gli chef in erba), food-blogger a caccia di contatti giusti e inviti in ristoranti stellati, devo dire alla fine più che la cucina e gli assaggi l’hanno fatta da padrone gli acquisti. Io mi sono lasciato tentare, manco a dirlo, da un ricettario del già citato chef Sadler: quattro stagioni di grandi manicaretti dalle mise-en-place stellate, divisi per 12 mesi (più alcuni menu speciali per eventi come natale, pasqua e capodanno che richiedono, per tradizione, una ricercatezza particolare), scanditi dall’accurata scelta di materie prime selezionate e prodotti di stagione. Tutti (o quasi) da rifare. E che ben presto, complice il clima natalizio che mi fa venire voglia di mettermi alla prova ai fornelli, propinerò a qualcuno.

sadler

Bella l’iniziativa, ma un po’ dispersiva. Soprattutto soffocata dagli scaffali dal richiamo seducente della location. Oltre a una borsata di mirabilia assolutamente futili per la casa e una wish-list di oggetti del desiderio, tra lampadari e accessori, quello che rimane di due giorni di spedizione da Cargo è in effetti ben poco. Più o meno come il plafond della mia carta di credito.  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...